venerdì, Maggio 7

Mese: Gennaio 2018

Storia della scienza e della filosofia

Gli anni di Praga di Einstein

E' il 1910, Mileva Maric è incinta del secondo figlio di Albert Einstein. Il loro matrimonio sta scivolando sempre di più verso una crisi profonda ed irreversibile. Mileva che ha sacrificato le proprie aspirazioni di carriera scientifica per dedicarsi al marito ed alla famiglia, è da tempo esclusa dalle discussioni scientifiche con Albert. La condivisione delle intuizioni e delle scoperte del marito erano stati gli antidoti al sacrificio fatto per amore, ma da tempo ormai Albert ha scelto altri interlocutori per parlare delle sue visioni sulla natura dell'universo. Il genio tedesco non brilla per empatia e non riesce a comprendere la strisciante depressione che avvolge sempre di più Mileva. Verso la metà del 1910 gli arriva l'invito a candidarsi ad una cattedra come professore...
Fisica, Scienza

Gli acceleratori di particelle

Un acceleratore di particelle è un dispositivo che prende alcune particelle di materia, sostanzialmente a riposo, e grazie al processo di accelerazione conferisce loro un'elevata energia cinetica (energia di movimento). In natura i campi elettrici funzionano da acceleratori di particelle. Noi non siamo in grado di vederli ma l'universo è immerso nei campi. Quando un campo ha un'influenza su una particella si dice che la particella è "accoppiata" al campo. L'idea di campo inizia con la gravità e gli studi di Newton. Circa un centinaio di anni dopo la formulazione della legge di gravitazione universale del grande scienziato inglese, Charles Augustin de Coulomb scopri' che una particella può esercitare una forza (molto più intensa della gravità) rispetto ad un'altra ...
La nascita della Terza pagina
Storia

La nascita della Terza pagina

La "terza pagina", ovvero le pagine dei quotidiani dedicate alla cultura sono una felice intuizione del giornalismo italiano. La sua origine è fatta risalire al 1901 e ad una specifica testata: "Il Giornale d'Italia". Questo quotidiano era appena nato, da un'iniziativa sostenuta da Sidney Sonnino e Antonio Salandra, esponenti di minoranza della Destra storica all'epoca dominata da Giovanni Giolitti. L'intenzione era quella di coagulare intorno al quotidiano una nuova formazione politica di stampo moderato-conservatore alternativa al blocco giolittiano. Alla direzione viene chiamato Alberto Bergamini ed è proprio il neo Direttore che sceglie di esaltare un avvenimento culturale: la prima, a Roma, della Francesca da Rimini di Gabriele d’Annunzio, con Eleonora Duse. Invia pertanto ben quatt...
Hans  Frank, il boia della Polonia
Storia

Hans Frank, il boia della Polonia

Inverno 1942. Una Mercedes scortata da alcune SS si ferma all'interno del ghetto di Cracovia. Brigitte Herbst, moglie di Hans Frank il Governatore della Polonia dice all'ultimogenito Niklas che ha appena quattro anni, di aspettarla in auto. Lei, la Regina della Polonia come si faceva chiamare va a fare acquisti, dei corsetti per la precisione, convinta com'è che nessuno come gli ebrei sappia fare dei prodotti di cosi alta qualità. Il viso del bambino schiacciato contro il vetro appannato della Mercedes scorge lo spettacolo desolante e inumano della vita del ghetto di Cracovia. Gente smagrita, con lo sguardo attonito, cadaveri abbandonati per le strade, una vera bolgia dantesca che segnerà l'immaginario del bambino per il resto della sua vita. Dai 15000 ai 20000 ebrei sono confinati in qu...
Fisica, Scienza

Come funziona un microscopio

Qual'è il processo che ci permette di osservare in un microscopio, ingranditi di centinaia o migliaia di volte oggetti piccolissimi? Innanzi tutto occorre un fascio di particelle. In un microscopio ottico questo fascio di particelle è costituito dai fotoni. La loro sorgente può essere indifferentemente il Sole, una lampadina o una candela. Questa sorgente di luce produce le particelle che trasportano energia mentre si muovono. Adesso incanaliamo questo fascio di particelle nel nostro microscopio ottico. Il microscopio ha un bersaglio, di solito, un vetrino su cui è depositato l'oggetto che vogliamo ingrandire: una goccia di sangue come un capello. I fotoni del nostro fascio di luce collidono con il bersaglio e le particelle vengono disperse in tutte le direzioni. Il nostro m...