Il salmone transgenico


Dopo 25 anni di sperimentazioni e di battaglie legali e regolamentari in Canada è stata venduta la prima partita di salmoni geneticamente modificati (OGM), esattamente 4,5 tonnellate al prezzo di 11,70 dollari al chilo.

I salmoni transgenici sono stati “programmati geneticamente” per crescere più velocemente rispetto a quello selvatico e raggiungere la dimensione giusta per il mercato in circa la metà del tempo, cioè in circa 18 mesi anzichè 36. Il risultato è stato possibile aggiungendo nel Dna del pesce i geni del salmone di Chinook che producono un ormone della crescita e i geni di una sorta di pesce gatto chiamato Zoarces americanus.

Mentre in Canada è stata venduta la prima partita di un’animale geneticamente modificato, negli Stati Uniti, la Food and Drug Administration ha bloccato per il momento la vendita fino a quando non sarà sviluppato un programma per informare i consumatori che stanno acquistando un prodotto geneticamente modificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.