• Mer. Mar 3rd, 2021

SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

Due settimane di vita di una macchia solare

DiNatale Seremia

Ago 9, 2017

Nello scorso luglio, come riportato anche dai media più popolari, una grande macchia solare ha interessato il nostro Sole.
AR12665, questo il suo nome in codice, è stata osservata dal 5 luglio fino al 17 luglio dall’osservatorio Sdo (Solar Dynamics Observatory) della Nasa che ha ripreso in diretta due settimane di vita della macchia solare fin quando la rotazione del Sole l’ha portata fuori dalla vista.

Le macchie solari sono regioni attive della nostra stella, caratterizzate da campi magnetici intensi e complessi, e per questo sono spesso la fonte di fenomeni come eruzioni ed esplosioni in grado di scagliare nello spazio enormi sciami di particelle.

In particolare in queste due settimane di osservazioni sono state rilevate due brillamenti, il primo il 9 luglio di media entità (classe M1) e il secondo il 14 luglio, questa volta un po’ più intenso (classe M2), che oltre a produrre raggi X e particelle cariche ha scagliato una nube di plasma proprio verso il nostro pianeta.

La Nasa ha prodotto un video di meno di 2 minuti con le riprese effettuate in queste due settimane di osservazione continua che alleghiamo al post.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.