• 14 Novembre 2021 7:24

SCIENZA & DINTORNI

Divulgazione storica e scientifica – DIRETTORE Fabiana Leoncavallo

Accendi la stampante che mi stampo il cuore

DiNatale Seremia

Lug 16, 2017

Un team di ricerca del Politecnico di Zurigo ha realizzato il primo cuore artificiale prodotto da una stampante 3D. Il cuore che pesa 390 grammi è una copia fedele, per forma e dimensioni di quello umano, realizzato in silicone stampato in tre dimensioni con tecnica di fusione a cera persa: dotato di un volume di 679 centimetri cubi, ha una struttura interna complessa, con i due ventricoli separati da una terza camera che viene gonfiata e sgonfiata con aria pressurizzata per dare la contrazione meccanica necessaria a pompare il sangue.
Per il momento pero’ non sopravvive più di mezz’ora perché il monoblocco di silicone resiste soltanto per circa 3000 battiti. ma rappresenta un primo risultato verso la realizzazione di un cuore artificiale affidabile in grado di dare una risposta ai 26 milioni di persone soffrono d’insufficienza cardiaca nel mondo a fronte di donazioni purtroppo ancora largamente insufficienti.

Natale Seremia

Appassionato da sempre di storia e scienza. Divoratore seriale di libri. Blogger di divulgazione scientifica e storica per diletto. Diversamente giovane. Detesto complottisti e fomentatori di fake news e come diceva il buon Albert: "Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.