La galassia 2XMM J143450.5+033843

Il vecchio telescopio Hubble prima di andare definitivamente in pensione batte ancora dei colpi importanti. Recentemente ha catturato l’immagine di una galassia distante circa 400 anni luce da noi, nella Costellazione della Vergine.
L’immagine è stata realizzata al vicino infrarosso e all’ottico con lo strumento ACS (Advanced Camera for Surveys) dello storico telescopio NASA-ESA.
La galassia in questione ha un nucleo galattico ancora molto attivo.
Il nome in codice che gli è stato attribuito è 2XMM J143450.5+033843.

Questo codice apparentemente lungo e complicato riporta tutti i dati basilari sulla galassia, una specie di vera e propria carta di identità.
La prima parte del codice, infatti, si riferisce al telescopio che ha osservato la galassia per la prima volta e alla mappatura entro cui è stata effettuata la rilevazione, la parte rimanente di questo nome chilometrico, subito dopo la J, si riferisce alle coordinate dell’oggetto, vale a dire l’ascensione retta e la declinazione, che sulla sfera celeste corrispondono, rispettivamente, alla longitudine e alla latitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.