I primi anni dell’unità italiana furono molto complicati. Nel meridione d’Italia imperversava quella che i Savoia preferivano etichettare come guerra al brigantaggio e che invece era pericolosamente simile ad una vera e propria guerra civile. L’arresto di Garibaldi per i fatti di Aspromonte aveva messo il paese in fibrillazione. UrbanoContinue Reading

Dopo l’impresa dei Mille, Giuseppe Garibaldi eletto deputato a Napoli, l’8 aprile 1861 farà il suo esordio in Parlamento nel corso di una seduta infuocata, dove in camicia rossa e poncho, terrà un duro j’accuse al governo, per poi ritirarsi nell’amata isola di Caprera. Un certa storiografia ha cercato diContinue Reading

Quando il 26 ottobre 1860 nei  pressi di Teano, Giuseppe  Garibaldi consegnava il  Regno delle Due  Sicilie a Vittorio Emanuele, lo stato borbonico aveva ancora  dei  focolai di resistenza. In particolare  i borbonici resistevano ancora nelle fortezze  di Messina, di Civitella e soprattutto di Gaeta, dove si era rifugiata la giovane coppia reale Francesco II diContinue Reading