• 17 Aprile 2021 1:17

SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

L’asteroide 2001 FO32, il più grande di quest’anno, si muove in modo insolitamente veloce

L’asteroide 2001 FO32, il più grande di quest’anno, si muove in modo insolitamente veloce. La NASA ha previsto che l’asteroide passerà ad una di sicurezza dalla Terra.

L’asteroide 2001 FO32

Gli astronomi hanno stimato che l’asteroide presenta una dimensione compresa tra i 400 e i 680 metri. L’asteroide toccherà una distanza minima dalla Terra di circa 2 milioni di chilometri. In altre parole, l’asteroide si troverà a cinque volte la distanza tra la Terra e la Luna.

È stato stimato che che l’asteroide si muove molto velocemente, rispetto alla maggior parte dei corpi celesti. Infatti la sua velocità è di circa 124.000 chilometri orari. L’asteroide toccherà oggi alle ore 17,03 in Italia, il punto più vicino al nostro pianeta.

NASA, ha comunicato che: “Non vi è alcun tipo di minaccia di collisione con il nostro pianeta da parte di questo asteroide”.

Paul Chodas, direttore del Center for Near-Earth Object Studies, ha dichiarato che: “Conosciamo in modo molto accurato il percorso orbitale del 2001 FO32, attorno al Sole. L’asteroide è stato scoperto 20 anni fa e da allora è stato costantemente monitorato. Per questo non esiste alcuna possibilità che l’asteroide possa avvicinarsi alla Terra di più di 1,25 milioni di miglia”.

Nonostante l’asteroide 2001 FO32 non riesca ad avvicinarsi tanto da poter causare un pericolo, rimane comunque potenzialmente pericoloso data la sua vicinanza. Il Center for Near Earth Object Studies, si occupa di tracciare e predire le orbite di questo oggetti cosmici, attraverso l’utilizzo di telescopi e radar. In questo modo riescono a determinare se esiste la possibilità che possa avvenire un impatto con la Terra.

L’asteroide 2001 FO32: la sua traiettoria

L’asteroide 2001 FO32 si sta muovendo in maniera insolitamente veloce. Questo accade a causa della sua orbita molto angolata e allungata attorno al Sole. La sua traiettoria lo porterà ad una vicinanza al Sole maggiore di quella di Mercurio e il doppio da quella di Marte.

L’asteroide 2001 FO32 da quando è entrato nel sistema solare interno, ha cominciato a prendere più velocità. Ma quando ritornerà nello spazio profondo la sua velocità rallenterà. L’oggetto presenta un orbita completa di 810 giorni. Nonostante ciò, il suo prossimo passaggio, che lo porterà ad una distanza minima dalla Terra, non accadrà fino al 2052.

Il progetto creato con la Virtual Telescope, fornisce una copertura in diretta del passaggio dell’asteroide da Roma. Se possiedi un telescopio, in base a dove vivi, potresti vedere passare l’asteroide.

Paul Chodas, ha spiegato che: “L’asteroide sarà più luminoso quando passerà attraverso i cieli meridionali. Gli astronomi dilettanti, che vivono nell’emisfero australe e alle basse latitudini settentrionali, dovrebbero essere in grado di vedere l’asteroide, anche utilizzando dei telescopi di dimensioni moderate”.

Un’opportunità di osservazione

Il passaggio ravvicinato di un asteroide è una grande opportunità per gli astronomi. Infatti, è con questi eventi che è possibile osservare un residuo della formazione del sistema solare. Gli astronomi, mentre avviene il sorvolo, possono perfezionare i dettagli delle dimensioni e della composizione dell’asteroide.

Le analisi vengono effettuate attraverso il telescopio a infrarossi dell’agenzia sul vulcano Mauna Kea, delle Hawaii. Questo è solo uno degli strumenti che verranno utilizzati per osservare l’asteroide.

Vishnu Reddy, professore associato presso il Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona a Tucson, ha dichiarato che: “Stiamo cercando di analizzare la geologia dell’asteroide con un telescopio. Lo useremo per ottenere il suo spettro infrarosso e per riuscire a vedere la sua composizione chimica. Una volta che riusciremo a scoprirlo, utilizzeremo i dati raccolti per fare dei confronti con i meteoriti presenti sulla Terra. In questo modo, riusciremo a comprendere quali tipi di minerali contiene 2001 FO32. La composizione dell’asteroide fornirebbe la sua evoluzione.

Lance Benner, principale scienziato al JPL, conclude affermando che: “Le osservazioni risalenti a 20 anni hanno rivelato che circa il 15% degli asteroidi vicini alla Terra, di dimensioni paragonabili al 2001 FO32, posseggono una piccola luna. Attualmente si sa molto poco di questo oggetto, quindi l’incontro ravvicinato offrirà un’eccezionale opportunità per imparare molto su questo asteroide”.

Fonte:

https://edition.cnn.com/2021/03/21/world/asteroid-2001-fo32-passing-earth-scn-trnd/index.html

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.