• Ven. Gen 22nd, 2021

SCIENZA & DINTORNI

Blog di divulgazione storica e scientifica

Il forno a microonde, che si è diffuso in Italia a partire del 2000, risulta essere uno degli elettrodomestici più utilizzati. Su questo elettrodomestico, nonostante sia molto usato, ci sono state molte controversie per quando riguarda il suo impatto sulla salute.

Ma come agisce il forno a microonde? Indiscutibilmente è un elettrodomestico molto pratico, che ci consente, grazie alla sua interazione tra campi elettromagnetici e materia, di scaldare, e non solo, i cibi in maniera molto veloce. Infatti, è grazie al rapido movimento degli ioni e delle molecole che si trasformano in calore che avviene il riscaldamento dei cibi.

Il forno a microonde riscalda il cibo non agendo in maniera uniforme durante la cottura, bensì lo trasmette dagli strati più esterni a quelli più interni.

Sono proprio queste onde create dall’elettrodomestico ad aver instillato moltissimi dubbi a chi lo utilizza, e timori sulla possibilità di contrarre malattie dal suo utilizzo.

Cercheremo in questo articolo di spiegare in maniera esaustiva se l’utilizzo del microonde può diventare nocivo per la salute. Il primo passo è quello di riuscire a sfatare i miti di questo elettrodomestico.

Le onde prodotte dal forno a microonde

Esistono molte persone che pensano che il forno a microonde possa causare tumori, un timore che nasce sopratutto dalla convinzione che le onde prodotte dall’elettrodomestico possano fuoriuscire, riuscendo così a propagarsi nella stanza. Innanzitutto, il forno è rivestito da un involucro protettivo che non consente alle onde di uscire all’esterno. Il problema si potrebbe riscontrare se lo sportello non si chiudesse perfettamente o se lo si avviasse lasciandolo aperto. Ma anche in questi casi comunque non sarebbero nocive, visto che sono paragonabili alle radiazioni dei cellulari.

Alterazioni dei cibi

Un’altra paura molto diffusa è quella dell’alterazione dei cibi cotti nel forno a microonde. A tal proposito degli studi scientifici hanno completamente bocciato questa ipotesi. Infatti, è stato dimostrato che la cottura al microonde riesce a danneggiare molto di meno gli alimenti rispetto a molte altre tipologie di cottura. Ma soprattutto i cibi non presentano nessun tipo di radiazioni all’interno dopo essere stati nel microonde.

Il microonde provoca tumori?

Questa è la domanda che più di tutti le persone si sono fatta. L’utilizzo del forno a microonde non ha nessun tipo di correlazione con l’aumento del rischio di sviluppare il cancro.

Una piccola percentuale di effetti negativi si può avere nel caso di malfunzionamento dell’elettrodomestico, ma comunque nessuna esposizione potrà incrementare il rischio di effetti cancerogeni.

I reali pericoli dell’utilizzo del microonde

L’unico pericolo reale che può provocare l’utilizzo del microonde è l’ustione, perché quando il piatto viene estratto rimane bollente, quindi è opportuno afferrarlo con delle presine o guanti da forno. Un altro pericolo che è stato riscontrato nei cibi è che il microonde, in alcuni casi, non elimina perfettamente i batteri dal cibo.

La conclusione è che il microonde non è assolutamente nocivo per la salute, ovviamente bisogna avere alcune accortezze nell’utilizzo. Ma soprattutto ci si deve ricordare sempre di inserire oggetti idonei alla cottura nel microonde. Generalmente, sulle confezioni degli alimenti sono descritte le varie cotture, quindi basta semplicemente seguire le indicazioni. Ci si deve sempre ricordare che in alcun caso si possono inserire contenitore di alluminio, plastica o cartone.

https://www-proiezionidiborsa-it.cdn.ampproject.org/v/s/www.proiezionidiborsa.it/il-forno-a-microonde-puo-essere-dannoso-per-la-salute/amp/?usqp=mq331AQFKAGwASA%3D&fbclid=IwAR04ZQdA35ZKUq79J-Tm1h_cuKHLDHWxGl7JVU200xl-6vzyoPywENbr4qA&amp_js_v=0.1#aoh=16068119825319&csi=1&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&amp_tf=Da%20%251%24s&ampshare=https%3A%2F%2Fwww.proiezionidiborsa.it%2Fil-forno-a-microonde-puo-essere-dannoso-per-la-salute%2F

Fabiana Leoncavallo

Laureata in architettura, mi ritengo una persona piuttosto poliedrica. Grande appassionata di scienze, astronomia, storia, letteratura, cinema e serie tv, tutti argomenti che amo descrivere nei miei articoli, che si basano su ricerche valide. Inoltre, amo molto effettuare studi sulla natura, sugli animali, sui cambiamenti climatici, sulla salute e l'alimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.