5 storie d’amore nel cinema (che ci hanno fatto innamorare)

Ah, l’amore, che sentimento magnifico! Ne parlano tutti, scrittori, autori, musicisti, giornali; qualsiasi forma di arte, e anche qualsiasi forma di vita, gira in modo viscerale intorno a questo evento unico che è l’amore. Personalmente, ad aver aumentato ampiamente le mie aspettative in ambito amoroso, ci si è messo il cinema, con queste storie d’amore strappalacrime, amanti che si rincorrono negli eventi, salti mortali e sacrifici per un bacio, e poi, il lieto fine. Inutile dire che, alle prime delusione amorose, ho maledetto ‘Le pagine della nostra vita’ per avermi convinta che l’amore fosse proprio così. L’industria cinematografica, comunque, è stata capace di creare delle coppie iconiche, diventate immortali nel tempo, e che, a modo loro, hanno portato sullo schermo la trasposizione dell’amore (o almeno, alcune sfaccettature).

Via Col vento
Iniziamo col parlare di uno dei film più longevi del cinema, Via Col Vento. Uscito nelle sale nel 1939, diretto da Victor Fleming, e tratto dall’omonimo romanzo del 1936, scritto da Margaret Mitchell, è stato per moltissimo tempo il film con i maggiori incassi nella storia del cinema (se non si tiene conto dell’inflazione monetaria, lo è tutt’oggi). Ma andiamo al succo e conosciamo i due protagonisti della travolgente storia d’amore: Rossella O’Hara e Rhett Butler. Svolte durante la Guerra di Secessione, le vicende sono contorte e intricate, trainate tutte dalla passione e dalla forza di Rossella; la ragazza prova quello che sembra amore per il futuro marito di sua cugina, Ashley Wilkes. Durante un barbecue, mentre confessa i sentimenti al ragazzo, scopre di essere stata ascoltata da un invitato, tale Rhett Butler. Da questo primo incontro, la storia fra i due ha alti e bassi, nel frattempo Rossella perde due mariti, e continua a bramare l’amore di Ashley. Rhett, dal canto suo rimane perdutamente innamorato di lei, si prodiga e la segue negli anni, fino ad avere finalmente la mano dell’amata. Non racconto altro, anche se credo che difficilmente qualcuno non sappia la storia di Via col Vento e l’iconica frase nel finale: <<Francamente, me ne infischio!>>.

Titanic
Tutti, almeno una volta, abbiamo visto Titanic, e mi rifiuto di credere che ci sia stato qualcuno che non abbia pianto. Una coppia da sogno: lei, giovane ragazza di alto rango, promessa sposa ad un uomo arrogante ed arrivista; lui, bellissimo, biondo, senza un dollaro, praticamente perfetto. Kate Winslet e Leonardo di Caprio hanno dato vita una coppia destinata a vivere per sempre: Jack e Rose. Abbiamo sognato con loro sul Titanic, abbiamo sperato il lieto fine, ci siamo fidati di Jake, e abbiamo detto tutti che ‘se si stringevano c’era spazio per tutti e due’. Una storia d’amore intramontabile e romantica, per un film campione d’incassi e di Oscar (ben 11!).

La La Land
Veniamo adesso ad un film recente, precisamente del 2016; La La Land è un musical diretto da Damien Chazelle, è stato pluripremiato e acclamato dalla critica, un successo sin dall’inizio. La storia si incentra sulla relazione fra Mia e Sebastian, interpretati da Emma Stone e Ryan Gosling, aspirante attrice lei, pianista jazz lui; l’alchimia portata sullo schermo è una delle più forti che io abbia mai visto, poiché nasce dagli interessi artistici in comune, e da due caratteri forti e decisi. Le canzoni poi, sono protagoniste e quasi aiutanti di questa storia d’amore, oltre a far venire voglia di ballare senza capirci più nulla del film. E’ inutile negare che, nel finale, ho pianto come una disperata  (maledetto Ryan Gosling, i tuoi film d’amore mi distruggono), lasciandomi nel cuore un sentimento dolce amaro; una delle storie d’amore forse più veritiere del cinema.

Ghost
Patrick Swayze è stato uno di quegli attori belli e dannati che, come il sopracitato Gosling, girava un film e tu potevi solo guardare e piangere; Ghost ne è la prova assoluta. Dopo il già bellissimo Dirty Dancing, Patrick mette Baby in un angolo, e va da Demi Moore, nel film giovane artista dal carattere fragile. Sam (cioè Swayze) è un impiegato di banca strainnamorato della fidanzata, Molly, con cui va a convivere. Peccato che nel giro di qualche minuto dall’inizio del film, Sam ci lasci (almeno sul piano terreno): assassinato da un ladro, dopo una serata al teatro con Molly, Sam prende forma di fantasma per restare accanto all’amata e proteggerla. Sfidando la morte e le leggi fisiche, Sam impara a manifestarsi a Molly, pur di farle sapere che è lì, accanto a lei. Una storia d’amore forte, pura, duratura in qualsiasi piano fisico e temporale, con un finale quasi speranzoso, una volta superata l’angoscia. Insomma, a me vien da piangere solo parlandone, non l’ho ancora superata.

Twilight
So che con questo titolo la qualità raggiunta in questo articolo potrebbe scendere di molte spanne, ma Twilight ha segnato una generazione di lettori, e volenti o nolenti, è stato un fenomeno cinematografico e mediatico non indifferenti. In più, in questa lista mancava un po’ di sano amore smielato e con un lieto fine, perché fino ad ora è stata una tragedia continua. Ma veniamo a noi: Twilight è una saga cinematografica debuttata sugli schermi nel 2009, tratta dai libri di Stephenie Meyer (che il prossimo 24 settembre sarà nelle librerie con Midnight Sun), che vede come protagonisti Bella Swan ed Edward Cullen. Lei è una studentessa goffa e timida, lui è un ragazzo misterioso e bellissimo che nasconde un orrendo (per modo di dire) segreto. I due inizialmente non si vanno a genio, lui la evita come la peste, lei ci cade ogni volto addosso, finche lei non scopre la sua vera natura: Edward è un vampiro. Lei, praticamente come se nulla fosse, se ne innamora sempre di più. La loro storia ha alti e bassi, e mostra l’educazione all’amore di due epoche diverse (Edward è diventato vampiro nel 1918, quindi ha un’dea del corteggiamento molto particolare); a fare da perno nella loro storia è il sacrificio costante, e la forza che entrambi hanno per far funzionare le cose, oltre le difficoltà, per il solo fatto che loro si amano. Per quanto adolescenziale, la storia si evolve nel corso dei film, arrivando anche al matrimonio, e, dopo innumerevoli pianti da parte mia di cui non mi vergogno affatto, si giunge al lieto fine. Un amore fra due persone totalmente differenti, capace di resistere ad ogni pericolo e problema, destinato a diventare immortale.

E voi cosa ne pensate? Quali sono le vostre coppie cinematografiche preferite? Fateci sapere la vostra in un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.