I virus al cinema

La settima arte ha ampiamente saccheggiato il concept basato su virus ed epidemie in grado di sconvolgere il nostro pianeta e mettere addirittura a repentaglio la sopravvivenza dell’umanità.

Se la cupa situazione della nostra realtà non è ancora sufficiente ad angosciarvi ecco una breve carrellata di cinque film da non perdere sull’argomento.

  1. Contagion (2011) di Steven Soderbergh

Iniziamo da un classico del genere che vanta un cast stellare: Matt Damon, Marion Cotillard, Jude Law e Kate Winslet oltre ad una giovane comprimaria  Gwyneth Paltrow che muore all’inizio del film. Il virus che si propaga tanto per cambiare dalla città asiatica di Hong Kong ha sintomi simili a quelli di Covid19, ma è ancora più letale. Ritmo e crudo realismo sono i punti di forza di questa pellicola presentata alla 68 Mostra del Cinema di Venezia.

2. The Road (2010) di John Hillcoat

Tratto da un romanzo di Cormac McCarthy questo film è certamente meno intriso di azione e ci racconta il viaggio disperato di un padre (Viggo Mortensen) e di suo figlio nella desolazione degli Stati Uniti sconvolti da un’epidemia che ha dimezzato la popolazione, trasformando ed abbrutendo le relazioni sociali, al punto da spingere i pochi sopravvissuti a diventare cannibali.

3. 28 giorni dopo (2002) di Danny Boyle

Non poteva mancare in questa breve e certamente non esaustiva rassegna un virus simile a quello della rabbia che trasforma gli uomini in zombie.  Il protagonista Jim si risveglia, come da titolo, in una Londra spettrale e post apocalittica e si ritrova ad essere uno dei pochi sopravvissuti. Una curiosità della pellicola firmata da Boyle e che qui gli zombie non hanno la solita andatura lenta e barcollante ma corrono come pazzi furiosi.

4. It comes at night (2017) di  Trey Edward Shults

Il film racconta di uno strano e ignoto contagio che ha costretto la famiglia di Paul, interpretato da Joel Edgerton, a vivere senza corrente nel mezzo di un bosco. Un giorno alla porta di casa si presenta un’altra famiglia che chiede asilo. Ed a questo punto la vicenda si snoda tra paranoie, colpi di tosse, paura e sospetti replicando il concetto caro ad un classico come “La notte dei morti viventi” in cui il vero pericolo si annida dentro le mura domestiche piuttosto che fuori.

5. Light of my life (2019) di Casey Affleck

In questo film il virus molto letale, contrariamente a quanto accade con Covid19, ha ucciso la quasi totalità delle donne. Un padre, interpretato dallo stesso Affleck cerca di difendere la sua bambina in un mondo dove gli uomini mostrano i loro istinti più grezzi e selvaggi. Qui l’epidemia è tutto sullo sfondo e la vicenda ruota intorno al rapporto tra il padre (Affleck) e la figlia la bravissima Anna Pniowsky.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.