Il misterioso virus Hendra

Settembre 1994. Siamo in Australia, nei pressi di Brisbane e precisamente in una sonnolenta e vecchiotta cittadina: Hendra, dove tutto ruota intorno ai cavalli. Dallo sport al business, persino nei richiami della ristorazione il cavallo è il centro del piccolo borgo.

Una cavalla baia Drama Series ha smesso di gareggiare e dirottata verso la riproduzione. E’ ospite presso la stalla di un famoso e controverso fantino locale Vic Rail. La cavalla appena giunta nel piccolo allevamento da segni di stanchezza ed irrequietezza.

Presentava dei rigonfiamenti alla labbra, alle palpebre ed alla mascella. La cavalla mostra una strana sonnolenza e suda copiosamente. Vic Rail cerca di alimentarla forzatamente con un pastone a base di carote ma si deve arrendere. Il piccolo allevatore (Rail è un ometto non molto alto e longilineo) si lava mani e braccia, ma non in modo sufficiente con il senno di poi.

Il 7 settembre Rail chiama il suo veterinario di fiducia, il dott. Reid che visita la cavalla e la trova in uno stato di profonda prostrazione fisica. Le inietta un mix di antibiotici e antidolorifici e torna a casa sua. Poco dopo le quattro di mattina il dottor Reid viene svegliato da una telefonata: Drama Series sta malissimo. Quando arriva trafelato all’allevamento la cavalla è già morta. Vic Rail, l’allevatore gli aveva tolto una grande quantità di muco per aiutare il cavallo a respirare ma era stato tutto inutile.

Non fu effettuata alcuna autopsia e la carcassa della cavalla fu smaltita in una fossa comune con altri equini. Qualche giorno dopo altri cavalli dell’allevamento di Rail iniziarono a morire con sintomi simili a quelli sofferti da Drama Series. Qualcosa si trasmetteva da cavallo a cavallo. In meno di due settimane altri dodici equini morirono.

Inizialmente si pensò a mangime avvelenato forse frutto dell’azione criminale di un rivale disposto a tutto, ma ben presto quando anche un castrone di un allevamento vicino fece la stessa fine, si iniziò a sospettare che doveva trattarsi di un virus. Nel frattempo si erano ammalati anche Vic Rail ed il suo stalliere. Inizialmente si pensò ad una forma influenzale un po’ più aggressiva delle altre.

Rail però peggiorò rapidamente, fu ricoverato in terapia intensiva ed una settimana dopo morì. L’autopsia dimostrò che aveva i polmoni pieni di sangue e di altri fluidi e ad un esame del microscopio elettronico si individuo la presenza di uno strano virus. Mentre la moria dei cavalli continuava il governo del Queensland crea una task force di veterinari, biologi ed esperti per investigare sul misterioso virus.

Dopo una serie di esami fu individuato un virus che non era un hantavirus né il virus equino africano come si era sospettato in un primo momento. Si trattava di una nuova specie. Apparteneva alla famiglia dei Paramixoviridae. Inizialmente fu indicato come equine morbillivirus.

Il confronto con il virus individuato sul povero Rail confermò che si trattava dello stesso agente patogeno. Dopo questi nuovi accertamenti al virus fu affibbiato il nome della cittadina di Hendra. Dopo il primo focolaio del 1994, si verificarono altri episodi nel 1995 e 1999. Durante queste epidemie animali si sono verificati 3 casi umani con due decessi. Benché l’infezione sia per il momento rara costituisce un possibile serio pericolo per l’uomo a causa del gran numero di animali potenzialmente vittime e per la potenziale letalità. Il reservoir naturale del virus sono le volpi volanti, pipistrelli del genere Pteropus. Il virus sembra sensibile alla ribavirina in vitro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.