Libri

I leoni di Sicilia di Stefania Auci

Pubblicato il

Il 2019 è un anno d’oro per i romanzi storici in Italia. Soltanto per citare l’esito del più prestigioso premio letterario nazionale, lo Strega, i primi due classificati sono stati “M, il figlio del Secolo” di Antonio Scurati che si è imposto su “I leoni di Sicilia “ di Stefania Auci. Due grande saghe storiche.

Il romanzo della Auci racconta la saga di una grande famiglia siciliana, i Florio, originari di Bagnara Calabra questi si trasferiscono a Palermo subito dopo il disastroso terremoto del 1783. I personaggi, storicamente reali, vengono fatti “rivivere” dalla prosa di Stefania Auci, solida, matura, carica di passione ed essenzialità.

Per l’autrice trapanese si tratta del secondo romanzo storico dopo “Florence” (2015), ambientato durante la Prima Guerra Mondiale nel capoluogo toscano. Questa volta l’autrice sceglie di raccontare una vicenda ben radicata nel territorio della sua Sicilia: l’ascesa della famiglia Florio, che ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo economico dell’isola a partire dai primi anni del diciannovesimo secolo

Le vicende di questa straordinaria famiglia di imprenditori si dipana dal periodo napoleonico all’Unità d’Italia mescolando sapientemente i fatti storici con le vicende drammatiche dei protagonisti. La Auci ha impiegato tre anni nella stesura del romanzo che non assume mai i toni di una biografia ed è già al lavoro per il seguito di questa epopea. Le vicende successive all’Unità d’Italia, periodo nel quale si interrompe la narrazione de “I leoni di SIcilia“, sono infatti per i Florio se possibile ancora più intriganti.

Il ruolo sociale, imprenditoriale e politico della famiglia cresce e basta citare due realizzazioni dei Florio, la corsa automobilistica che porta il loro nome, la “Targa Florio” e il giornale palermitano “L’ora”, per comprendere l’importanza del ruolo di questa famiglia che tra la fine dell’Ottocento ed i primi anni del Novecento era tra le famiglie più ricche d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.