Salute ed alimentazioneScienzaStoria della scienza e della filosofiaUncategorized

John Harvey Kellogg, la terapia dei clisteri ed il potere benefico dello yogurt

Pubblicato il

John Harvey Kellogg nasce in un piccolo paese del Michigan (USA) il 26 febbraio del 1852 da una famiglia che si converte al movimento religioso Avventista del Settimo Giorno. La sua formazione culturale e la sua istruzione saranno fortemente condizionate dall’ambiente religioso nel quale cresce. Diventato medico Kellogg si convincerà che la principale causa delle malattie risieda nella dieta a base di carne. Fu lui a sostenere e diffondere negli Stati Uniti d’America degli anni venti l’idea della necessità di ritornare a una dieta “completamente naturale” dal momento che, sosteneva, “i nostri più lontani antenati si cibavano esclusivamente di alimenti di origine vegetale”.
Nel 1897 inventerà i corn flakes (fiocchi di mais cotto con zucchero e vitamine) che nelle intenzioni dell’autore doveva fornire tutti i nutrienti necessari per una dieta sana. Il fratello William, fondò la Kellogg’s e li produsse a livello industriale lanciando i moderni cereali da colazione, che troviamo ancora oggi, riveduti e corretti sugli scaffali dei supermercati.

Kellogg era inoltre un infatuato del colon umano. Egli era convinto che la gran parte dei disturbi e delle malattie fosse il risultato di un auto intossicazione prodotta dai batteri che vivono nel colon umano.
I suoi fiocchi di cereali svolgevano per il nostro una funzione da “scope interne” che spazzavano via i batteri intossicati. A tale scopo per favorire questo processo di espulsione Kellogg inventò una speciale poltrona vibrante che aveva il compito di rendere meno compatti i contenuti del colon.
Era pertanto naturale che Kellogg fosse un convinto assertore della pulizia del colon e sempre in tema di invenzioni singolari progettò e realizzò una macchina per clisteri in grado di pompare circa 55 litri d’acqua in un minuto nel colon. Questo antesignano dell’idroterapia riuscì tra il 1840 ed il 1870 ad aprire oltre 200 centri in tutti gli Stati Uniti dove il clistere veniva praticato con scopi per l’appunto preventivi, garantendo attraverso la pulizia del colon un rischio minore delle forme auto intossicanti predette da Kellogg.

Non contento Kellogg che morirà a Battle Creek dove visse per gran parte della sua vita nel dicembre del 1943, consigliava di completare la purificazione del colon attraverso l’assunzione di yogurt, prodotto con il benefico batterio Lactobacillus bulgaricus. Equilibrate la vostra flora batterica intestinale e vivrete quanto i montanari bulgari, sosteneva Kellogg che, in effetti scomparirà, alla ragguardevole età di oltre 90 anni.
Questa singolare asserzione si basava su alcuni studi di un batteriologo russo che asseriva di una presunta longevità, non suffragata da studi demografici seri, delle popolazioni montanare della Bulgaria.
Al di la delle generiche ed infondate notizie sulla longevità dei bulgari, l’efficacia dei probiotici è fortemente studiata dai ricercatori.

Secondo la definizione ufficiale di FAO e OMS, i probiotici sono “micro-organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”.
Ci sono prove crescenti che lo yogurt se prodotto con i batteri giusti rientra in questa categoria. Ci sono inoltre prove interessanti che l’uso di probiotici svolge una funzione preventiva su alcune forme tumorali ed attiva un rafforzamento del sistema immunitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.