La nascita dell’Universo #1

Con la prossima serie di post di argomento scientifico, sintetizzeremo con un linguaggio semplice, l’attuale e più accreditato modello cosmologico che ha portato alla nascita del nostro Universo.
Tutto ebbe inizio circa 14 miliardi di anni fa, in quel momento tutta l’energia e tutta la materia dell’Universo conosciuto, era contenuta in un volume un milionesimo di milionesimo più piccolo del punto che conclude questa frase.
Le condizioni erano cosi estreme, che tutte le forze fondamentali con le quali descriviamo oggi l’Universo erano unificate. Questa condizione parossistica non poteva altro che innescare una rapidissima espansione. Il fenomeno che abbiamo chiamato Big Bang. Siamo nel pieno dell’Era di Planck, l’intervallo di tempo compreso tra l’istante zero della storia dell’universo e 10-43  secondi dopo il Big Bang. Prende il nome dal fisico tedesco Max Planck uno dei padri fondatori della meccanica quantistica.
Quello che la teoria suggerisce, sulla base di quanto attualmente conosciuto, è che verso la fine dell’Era di Planck la gravità si sia divincolata dalle altre forze, assumendo una propria peculiare identità. Raggiunta l’età di 10-35 secondi l’energia del neonato Universo si dilui’ ulteriormente e le residue forze unificate si separarono in forza elettrodebole ed in forza nucleare forte.
Successivamente la forza elettrodebole si divise in forza elettromagnetica e forza nucleare debole.
Adesso le quattro forze che regolano ogni ambito della natura si erano definitivamente formate: la forza debole responsabile del decadimento radioattivo, la forza forte che tiene insieme il nucleo atomico, la forza elettromagnetica che tiene insieme le molecole e la gravità che modella e tiene le masse.

….continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.