Uno strano ratto estinto…anzi no!

Del ratto arboricolo di Santa Marta fino a qualche anno fa si conoscevano soltanto due pelli con relativi crani scoperti da Joel Allen nel 1898 e conservati presso l’American Museum of Natural History. Poi per oltre 110 anni nessuno ha mai scoperto un esemplare vivente nonostante diverse spedizioni la più importante delle quali fu allestita da Paul Salaman, il direttore della tutela della fauna del World Land Trust USA, che per un anno intero dal 2007 al 2008, in Colombia cercò senza fortuna il ratto arboricolo dalla cresta rossa. Tanto è che l’Unione Mondiale per la Conservazione della Natura (IUCN) lo classificò come specie estinta.
Poi con un colpo di scena degno del miglior thriller, nel maggio del 2011 di fronte a Lizzie Noble e Simon McKeown, due volontari della fondazione ProAves che lavoravano nella riserva naturale El Dorado nella Sierra Nevada di Santa Marta in Colombia e che stavano ritornando alla base dopo una giornata di lavoro si materializza questo strano ratto, che per la verità assomiglia più alle nutrie, e si fa fotografare lungamente. I due non lo sanno ancora ma hanno ri-scoperto una specie considerata estinta.
Ci vogliono quattro giorni perchè ricevano la conferma da uno stizzito Salaman che solo qualche anno prima aveva speso infruttuosamente ben un anno nella ricerca di un esemplare di questo animaletto sulla cui biologia sappiamo quasi niente.
Si sa solo che vive nelle foreste pluviali d’alta quota tra i 1200 e i 1700 m, e’ arboricolo ed e’ lungo circa 45 cm (coda inclusa) e da una stima dovrebbe pesare intorno ai 300 grammi. La specie quindi non è ancora estinta ma a giudicare dall’estrema rarità degli avvistamenti la sua è una condizione a forte rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.