L’età del topo e le virtù del mirtillo

Come si fa a stimare l’età di un ratto? Uno dei metodi usati è quello di far camminare il ratto su un asse sottile e misurare il tempo che impiega a perdere l’equilibrio. All’età di 19 mesi che corrisponde all’età di un uomo tra i 60 ed i 70 anni, il ratto impiega dai 13 ai 5 secondi a perdere l’equilibrio, inoltre questo invecchiamento rende alle cavie di laboratorio piuttosto problematico orientarsi nei labirinti artificiali.
I ricercatori hanno nutrito per otto settimane un campione di vecchi ratti con estratto di mirtillo, i risultato sono stati straordinariamente significativi. Nessuna cavia perdeva l’equilibrio prima di 11 secondi e tutti riuscivano molto meglio a trovare la “porta” di casa.
Perchè proprio il mirtillo?
Gli stessi ricercatori avevano testato oltre 40 tipi di frutta, ebbene il mirtillo era risultato la frutta che possiede il maggior numero di antiossidanti.
In altre parole il mirtillo sembra molto efficace per neutralizzare quegli elementi chimici secondari prodotti dal nostro metabolismo responsabili dell’invecchiamento: i famigerati radicali liberi.
Le antocianine, i composti responsabili del colore blu della frutta, sono i veri spazzini dei temibili radicali liberi. Tuttavia gran parte della frutta e della verdura hanno, tra le molte qualità, proprietà anti invecchiamento. Questo è dovuto alla presenza di acido folico, le cui proprietà anti degenerative del nostro fisico sono acclarate.
Alcuni anni fa dei ricercatori convinsero un gruppo di anziane suore del Minnesota ad assumere giornalmente una dose pari a 400 microgrammi di acido folico.
Il risultato dell’esperimento fu una consistente riduzione dei casi d’Alzheimer nel campione ed un riscontro post mortem, attraverso l’esame autoptico, di minori anomalie cerebrali tra quelle che assumevano l’integratore.
Va da se che invecchiare meglio, prolunga soprattutto una migliore qualità della vita, ma nessuna illusione: l’esito finale è sempre lo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.