Tex in trappola…ma per poco.

I “cattivi” si dividono in due grosse categorie, più o meno equivalenti nella saga texiana, chi vuole impiombare senza tanti scrupoli il ranger e chi lo vuole catturare per consegnarlo a destini se possibili ancora più tristi.
Non si contano le volte in cui Tex da solo o con uno dei suoi pard casca in una trappola ben congegnata dal cattivo di turno.
Forse una delle più riuscite e meglio architettate è quella che si snoda dal numero 141 per l’appunto “La Trappola” al numero 145.
Tex arriva a Gallup e scopre che dietro il banco di uno dei saloon della città c’è un lestofante che ha già punito qualche anno prima perchè smerciava pessimo torcibudella ai suoi navajos. Alla vista di Kelly Wells, cosi si chiama il losco figuro, lo pesta come un fabbro e lo minaccia pubblicamente, invitandolo a sparire.
Ed a questo punto scatta un piano diabolico per incastrarlo, con una scusa Myra una prostituta che lavora nel locale lo fa salire in camera sua, ma appena Tex mette piede nella camera, un complice della bella ma subdola ragazza, Clay, nascosto dietro la porta lo stordisce.
A questo punto la prostituta inizia a chiamare aiuto e Kelsey, ancora malconcio per la ripassata subita da Tex corre su per capire cosa stia succedendo.
Non fa in tempo a dire bai che Clay il complice di Myra, lo uccide a sangue freddo e poi si nasconde nell’armadio.
La giovane prostituta prende una brocca e la frantuma sulla capoccia del nostro Tex ancora semi svenuto, e quando nella camera irrompono altri avventori racconta un’incredibile storiella: Tex ha cercato di violentarla e quando Kelsey ha cercato di difenderla, il ranger lo ha ucciso. A quel punto approfittando della sua momentanea distrazione è riuscita a colpire il nostro eroe con la brocca.
E voilà, la trappola è servita e Tex dovrà sudare le proverbiali sette camice per dimostrare la sua innocenza ed assicurare i veri colpevoli alla giustizia.
Ebbene se pur questa sia una delle trappole meglio architettate ci sono cose che non possono che far sorridere i fan del mito bonelliano.

Ve lo immaginate Tex violentatore di donne? Il nostro dopo il suo matrimonio con la bella Lilith tragicamente concluso sembra fare professione di un ascetismo che sconfina nella misoginia.
E poi una volta stordito il ranger nella camera di Myra perchè non saldargli il conto con un bel confetto di piombo invece che impegnarsi a costruire questo teorema cosi complicato che alla fine si tradurrà nell’ennesima debacle degli avversari di Tex?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.