Scienza

Il mondo dei quanti

Pubblicato il

Quando ci addentriamo nel mondo dell’infinitamente piccolo la nostra mente fatica a concepire distanze e grandezze che ci appaiono confinate più all’universo della fantascienza che al mondo reale.
Ma di quale grandezze parliamo quando ci tuffiamo nel mondo dei quanti?

Facciamo qualche esempio, tanto per avere una vertiginosa idea delle misure in ballo.
Per comodità useremo come scala “le potenze di 10”, niente di particolarmente complicato 104 è praticamente 1 seguito da quattro zero, 10-4 indica 1 preceduto da quattro zeri, uno dei quali prima della virgola, 0,0001.
Fatta questa breve premessa ecco una spericolata discesa nel mondo dei quanti.

100 equivale ad un metro, ovvero la tipica scala umana. L’altezza di un bambino o del passo di un uomo adulto.
10-2 un centimetro. La lunghezza di un’ape o di una nocciola.
10-4 un decimo di millimetro. Lo spessore delle gambe di una formica o di uno spillo. Fin qui siamo sempre sotto il dominio della fisica newtoniana.
10-6 un micron o milionesimo di millimetro. Siamo al livello delle molecole più grandi come il DNA o della lunghezza d’onda della luce visibile. A questa soglia si iniziano ad avvertire gli effetti quantistici.
10-9 un miliardesimo di metro. E’ il diametro di un atomo d’oro.
10-15 siamo al livello del nucleo atomico, protoni ed elettroni hanno un diametro di 10-16 metri, sotto ancora questa dimensione ci sono i quark.

10-19 è la scala più piccola che si riesce ad osservare grazie agli acceleratori di particelle come quello del CERN di Ginevra.

10-35 è la scala più piccola che crediamo esista, sotto la quale la parola distanza perde significato grazie agli effetti quantistici.

Vi gira un po’ la testa? A me si.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.