Nel 2020 la prima eclissi di Sole artificiale

Abbiamo da poco assistito all’eclissi di Sole sui cieli americani che l’Agenzia Spaziale Europea annuncia che sta lavorando ad un eclissi di Sole….artificiale.
Il tentativo avverrà nel 2020 con la missione Proba 3: saranno lanciati nello spazio due satelliti, uno grande quanto un frigorifero e uno più piccolo che voleranno in formazione a 150 metri l’uno dall’altro. Il duo percorrerà in 19,6 ore un’orbita molto ellittica intorno alla Terra, durante la quale raggiungerà la massima distanza di 60.530 chilometri dal nostro pianeta e la minima di 600 chilometri. Durante ogni orbita i due satelliti produrranno un’eclissi totale artificiale che durerà ben sei ore.
L’idea ala base di Proba 3 è portare il satellite piu’ piccolo tra il Sole ed il campo visivo degli strumenti scientifici montati sul satellite piu’ grande.
Lo scopo è studiare ed ottenere dati sulla corona solare, ovvero la parte più esterna dell’atmosfera solare responsabile della corrente di particelle emessa dal Sole (vento solare) che permea tutto il Sistema Solare e di fenomeni fisici che possono avere un impatto anche sulla Terra.
L’osservazione della corona viene effettuata con speciali telescopi chiamati coronografi, che bloccano la luce diretta del Sole e mostrano solo la corona.
I due satelliti di Proba 3 promettono un ottimo risultato perché funzioneranno come un singolo coronografo lungo 150 metri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.