Uncategorized

L’addio di Daniel Dee Lewis, il più bravo di tutti

Pubblicato il

Uno dei più grandi attori di cinema di tutti i tempi, Daniel Dee Lewis, ha annunciato il suo ritiro dal grande schermo. L’attore britannico di solida formazione teatrale, famoso per il metodo attoriale che prevede un’immedesimazione quasi maniacale nel personaggio, a poco più di sessanta anni ha deciso di concludere una prestigiosa e inimitabile carriera cinematografica.
Vincitore di ben tre Oscar come miglior attore protagonista con i film “Il mio piede sinistro” (1990), “Il petroliere” (2008) e “Lincoln” (2013), nonchè di un’altra vagonata di premi e riconoscimenti, Dee Lewis si era già allontanato dalle scene tra il 1997 ed il 2001.
In quell’occasione si era trasferito a Firenze per lavorare come apprendista calzolaio in una bottega artigiana. Uomo schivo, che ha sempre evitato la mondanità hollywoodiana, legatissimo alla famiglia oltre ai citati film per i quali si è assicurato gli Oscar lo ricordiamo per le interpretazioni in Gandhi, L’ultimo dei Mohicani, Gangs of New York e La seduzione del male.
Le sue interpretazioni sono da vedere e rivedere, veri e propri manuali della recitazione che chiunque si affacci a questo mestiere farebbe bene ad assorbire fino all’ultima inquadratura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.