Addio al padre di Rocky

John G. Avildsen è stato un onesto artigiano di Hollywood, nato nel 1935 ad Oak Park in Illinois. Esordisce alla regia con un film a basso costo, Joe. Il suo primo squillo, che rivela la capacità di dominare il mestiere di regista e di dirigere grandi attori è di 3 anni dopo quando dirige Jack Lemmon in Salvate la tigre, film che avrà tre nomination agli Oscar vincendone uno come Miglior attore protagonista.
Nel 1976 si aggiudica lui l’ambita statuetta dirigendo la prima pellicola della saga di Rocky e contribuendo a lanciare il mito Stallone.
Tornerà a dirigere un episodio della serie dedicata al pugile italoamericano soltanto nel 1990, con Rocky V.
Molto piu’ sorprendente fu il successo ottenuto con Karate Kid – Per vincere domani (1984) un film sportivo ambientato nel mondo delle arti marziali, in cui un anziano maestro di karate fa da guida ad un giovane americano. Il film ha avuto ben tre seguiti, dei quali il primo e il secondo sono stati diretti da Avildsen.

La sua carriera di fatto finisce qui e ieri si è spento all’età di 81 anni lasciandoci il ricordo di un artigiano che ha dato il meglio di se nei film d’azione e sportivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.